Accedi al corso

Presentazione

immagine

Il corso di dottorato in «Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa – Comparative, Private and Civil procedural Law» mira a promuovere il dibattito scientifico fra i cultori di materie che, se da un lato connotano il corso in termini interdisciplinari, dall’altro, dati i collegamenti fra i settori scientifici coinvolti, consentono una prospettiva comune, che permette di rendere più proficuo e fecondo il dialogo fra giuristi di competenze diverse.

Il suo obiettivo principale è quello di strutturare in modo adeguato e di collegare fra loro le attività di formazione alla ricerca dei dottorandi, con marcata attenzione al diritto comparato e con l’obiettivo di intensificare il confronto scientifico fra studiosi del diritto privato, del diritto dell’impresa (nella sua duplice declinazione, giuscommercialistica/giusindustrialistica e giuslavoristica) e del diritto processuale civile.
Particolare importanza viene attribuita alla formazione, sul piano dell’impostazione metodologica, di giovani da avviare alla ricerca scientifica.
Le affinità fra le varie aree degli studi giuridici coinvolte nel corso del dottorato consentono di raggiungere livelli di particolare approfondimento nei cicli di didattica frontale comune su tematiche trasversali.
Come già effettuato in passato verranno coinvolti anche studiosi esterni di massima autorevolezza e verranno mantenuti e intensificati i rapporti con Università e studiosi stranieri.
Rientra tra le finalità del Corso, da un lato, la promozione di rapporti di cooperazione istituzionale e di scambio con riconosciuti centri internazionali di ricerca, dall’altro il mantenimento e l’implementazione del livello di attrattività per laureati in altre Università.

Referente del corso di dottorato: Prof.ssa Maria Teresa Carinci

Macrosettori interessati 12/A (Diritto privato)
12/B (Diritto commerciale, della navigazione e del lavoro)
12/E (Diritto internazionale, dell'Unione Europea, comparato, dell'economia e dei mercati)
12/F (Diritto processuale civile)
Settori scientifico disciplinari Diritto civile IUS/01
Diritto privato comparato IUS/02
Diritto commerciale IUS/04
Diritto industriale IUS/04
Diritto del lavoro IUS/07
Diritto processuale civile IUS/15


Il Corso di dottorato in «Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa – Comparative, Private and Civil procedural Law» si articola in 5 curricula:

1. Diritto privato – Private Law, Referente del Curriculum di Diritto Privato è la Prof.ssa Chiara Tenella Sillani dell’Università degli Studi di Milano.


Il percorso di formazione e ricerca del Curriculum di «Diritto privato (Private Law)», presente nell’ambito del corso di dottorato in «Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa (Comparative, Private and Civil procedural Law)», mira a fornire le competenze necessarie, sotto i profili di contenuto e di metodo, per svolgere attività di ricerca di alto livello e per acquisire un’elevata formazione professionale nel settore scientifico-disciplinare del diritto civile.
In quanto tale, esso ha per oggetto l’approfondimento delle tematiche inerenti principalmente il diritto contrattuale e delle obbligazioni, la responsabilità civile, il diritto di famiglia, il diritto successorio, la proprietà e i diritti reali.
Il metodo didattico proposto mira a formare studiosi in grado di cogliere i collegamenti tra i vari settori del diritto civile e, anche con l’ausilio della comparazione, preparare giuristi capaci di affrontare le sfide poste dalla globalizzazione. A tal fine i dottorandi sono fortemente incentivati a trascorrere un periodo formativo all’estero. Il curriculum ha attivi rapporti di collaborazione con università straniere, concretantesi anche in pubblicazioni comuni e tesi in co-tutela.

Il percorso di formazione ha durata triennale e si articola principalmente: (i) in una serie di incontri programmati che si svolgeranno nella forma del seminario, con coinvolgimento attivo dei dottorandi; (ii) in lezioni tenute da studiosi ed esperti, anche appartenenti ad Atenei stranieri, la cui frequenza è obbligatoria; (iii) nella partecipazione a convegni, nazionali e internazionali, attinenti alle materie del Curriculum. Verrà anche incentivata la partecipazione agli incontri annuali organizzati dal Coordinamento Nazionale dei dottorati di diritto privato.

Attività precipua del singolo dottorando, nell’ambito del percorso di formazione, è lo svolgimento di un programma di ricerca su un tema concordato e sotto la guida di un tutor, i cui risultati, annualmente verificati nel loro stato di avanzamento, verranno raccolti e discussi nella tesi di dottorato, dalla quale ci si attende un contributo scientifico originale, che dimostri la piena acquisizione del metodo e la padronanza degli strumenti di teoria generale.

2. Diritto comparato – Comparative Law, Referente del Curriculum di Diritto Comparato è la Prof.ssa Rossella Cerchia dell’Università degli Studi di Milano.

Il Curricula di Diritto comparato afferisce al corso di Dottorato in Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa – Comparative, Private and Civil procedural Law dell’Università degli Studi di Milano. Il suo obiettivo principale è l’approfondimento della metodologia comparativa. Pertanto si considera necessario far acquisire ai dottorandi strumenti essenziali per un’analisi critica del diritto secondo le metodologie utilizzate nella ricerca giuridica internazionale, contribuendo così a garantire il carattere internazionale del percorso di dottorato. A tal fine ai dottorandi è consigliato di svolgere periodi di studio presso primarie sedi universitarie estere. E’ incoraggiato lo svolgimento della tesi in cotutela con le Università estere consorziate. Le lezioni proposte nell'ambito del dottorato, sono, orientate all’esposizione analitica dei sostrati culturali dei modelli giuridici e vedono la partecipazione di docenti sia italiani, sia provenienti da primarie sedi straniere.

Il percorso formativo dei Dottorandi ha durata triennale e consiste nello svolgimento di programmi di ricerca su temi proposti dagli interessati sotto la guida di un tutor designato dal Referente del curriculum.

Il Corso prevede, in aggiunta alle lezioni organizzate nell’ambito del Dottorato in Scienze Giuridiche, cicli di seminari specialistici con la partecipazione di autorevoli docenti e studiosi, italiani e stranieri, e di esperti del settore. In particolare si segnala l’organizzazione della Summer School in Comparative Law organizzata dall’Università dell’Insubria.


3. Diritto commerciale e industriale – Corporate Law and Securities Regulation, Referente del Curriculum di Diritto commerciale e industriale è il Prof. Roberto Sacchi dell’Università degli Studi di Milano.

Le attività di competenza delle aree disciplinari di Diritto commerciale e di Diritto industriale mirano a fornire le competenze necessarie – sotto il profilo dei contenuti e del rigore del metodo – per svolgere attività di ricerca scientifica ad alto livello e per formare giovani studiosi capaci di approfondire profili problematici di uno dei seguenti settori: diritto societario, diritto dei mercati finanziari, diritto bancario, diritto delle assicurazioni, diritto fallimentare; diritto della proprietà industriale, diritto della concorrenza, diritto della proprietà intellettuale.

Peraltro la partecipazione al curriculum consente l’acquisizione di un’impostazione di metodo e di una forma mentale che possono risultare molto utili anche per affrontare i problemi che si pongono a chi svolge un’attività di operatore pratico del diritto (magistrato, avvocato, notaio, funzionario di autorità indipendenti, giurista d’impresa) in uno dei settori appena indicati.

La formazione dei dottorandi ha durata triennale e consiste nello svolgimento di un programma di ricerca su un tema concordato dal singolo dottorando con il collegio dei docenti del curriculum e sotto la guida di un tutor designato dallo stesso collegio. Allo svolgimento della tesi di dottorato – dalla quale ci si attende un contributo scientifico marcatamente personale e, se possibile, originale – si affianca la frequenza a cicli di seminari specialistici tenuti non solo da autorevoli docenti e studiosi, italiani e stranieri, e da esperti del settore, ma dagli stessi dottorandi o da dottorandi di altri curricula o di altri dottorati.

E’ prevista la partecipazione a convegni nazionali e internazionali attinenti alle materie oggetto del curriculum ed a seminari con altri curricula e altri dottorati di ricerca. In questi seminari i dottorandi sono chiamati a svolgere, soprattutto nel primo e nel secondo anno, un ruolo fortemente attivo, assumendo anche la qualità di relatori in alcuni di essi.

Nell’area del Diritto industriale si prevede di prospettare agli allievi una o più direttrici tematiche preferenziali di ricerca, come, ad esempio, quella della dialettica fra “esclusiva” e “accesso” nel diritto dei brevetti e in quello d’autore, e quella della disciplina dei marchi, delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d'origine.

E' incoraggiato un periodo di studio in università o enti di ricerca esteri.

4. Diritto del lavoro – Labour Law, Industrial Relations and Social Security Law, Referente del Curriculum Di Diritto del Lavoro è la Prof.ssa Maria Teresa Carinci dell’Università di Milano.

Le attività di competenza dell'area disciplinare di Diritto del lavoro mirano a fornire le competenze e gli strumenti necessari allo svolgimento dell’attività di ricerca nell’ambito delle discipline lavoristiche con particolare riguardo alle tematiche di maggiore attualità che interessano la regolazione del mercato del lavoro, la disciplina dei licenziamenti individuali e collettivi, le tipologie contrattuali flessibili, gli istituti giuridici interessati al fenomeno del decentramento produttivo e l’adeguamento della disciplina nazionale alla normativa di derivazione comunitaria.

Queste aree di interesse non escludono, tenuto conto della incessante evoluzione della materia, ulteriori possibilità di approfondimento delle tematiche più tradizionali del diritto del lavoro e del diritto della previdenza sociale. La costante evoluzione socio economica e le profonde trasformazioni dei modelli di organizzazione del lavoro hanno prodotto, infatti, rilevanti cambiamenti nei contenuti della stessa prestazione lavorativa che inevitabilmente mettono in discussione, seppure con accenti e sfumature diverse, la tradizionale logica protettiva del diritto del lavoro fondata sul rapporto di lavoro stabile e a tempo indeterminato. Da qui il possibile interesse per alcune tematiche che pure si riferiscono ad aspetti e istituti tradizionali della materia lavoristica.

Sebbene il dottorato di ricerca abbia tradizionalmente rappresentato il principale percorso di accesso alla carriera accademica, non meno importante è la sua funzione di garantire il conseguimento di specifiche competenze giuridiche spendibili in ogni settore del mercato del lavoro. In questo senso il corso di dottorato si propone come generale strumento utile all’acquisizione di un’adeguata impostazione metodologica nello studio della materia lavoristica.

Il percorso formativo prevede al primo anno l’individuazione del tema di ricerca che dovrà essere illustrato, discusso e approvato dal collegio dei docenti entro l’inizio dell’anno successivo, durante il quale dovrà essere completata la ricerca sul tema assegnato che sarà definita nel corso dell’ultimo anno con la stesura delle tesi finale.

Durante l’intero ciclo del dottorato e, in particolare, al momento della definizione del progetto di ricerca e nel corso della successiva stesura della tesi, i dottorandi saranno costantemente seguiti da due tutor della materia appartenenti al collegio dei docenti.

Nel corso del triennio, oltre all’attività legata alla definizione e al completamento del progetto di ricerca che richiede una costante e assidua presenza nelle strutture della Facoltà di appartenenza dei tutor, il dottorando è altresì tenuto a frequentare le lezioni organizzate nell’ambito della Scuola di Dottorato e gli ulteriori appuntamenti seminariali di carattere specialistico che vedranno la partecipazione di autorevoli studiosi italiani e stranieri.

5. Diritto processuale civile - Civil procedural Law, Referenti del Curriculum di Diritto processuale civile sono il Prof. Stefano Villata dell’Università di Milano e la Prof.ssa Maria Francesca Ghirga dell'Università dell'Insubria.

Scopo del Curriculum in diritto processuale civile è fornire le competenze scientifiche necessarie – sotto il profilo dei contenuti e del metodo – per svolgere attività di ricerca di alto livello e per professionalità che esigono un alto grado di preparazione scientifico-teorica nel campo processual-civilistico.
Dopo un periodo iniziale di formazione e orientamento generali, il dottorando individuerà il tema della propria ricerca. Questa sarà seguita in maniera ravvicinata da almeno un docente-tutore e sarà discussa periodicamente, in Seminari appositamente convocati.
Costituiscono obiettivi specifici del curriculum:
• l’acquisizione di un buon grado di dimestichezza con le principali metodologie interpretative così come riferibili alle specificità delle norme processuali, intese quali norme che assumono come principali destinatari gli operatori tecnici del diritto;
• l’acquisizione della capacità di individuare con sicurezza i filoni teorico-dottrinali e pratico- giurisprudenziali al fine della proficua impostazione di questioni teorico e pratiche nel campo processual-civilistico.
Il curriculum verte sulle tematiche del diritto processuale civile, inteso nell’ampiezza corrispondente al settore scientifico disciplinare IUS 15 e quindi quale comprensivo anche delle tematiche proprie di singole discipline: quali, ad esempio, il diritto processuale del lavoro, il diritto fallimentare, il diritto dell’esecuzione civile, il diritto processuale internazionale, il diritto dell’arbitrato.
Oltre allo svolgimento dei percorsi didattici comuni per tutti i dottorandi iscritti al Corso, sarà richiesta al dottorando la partecipazione a lezioni tenute da autorevoli studiosi del settore “diritto processuale civile”, anche appartenenti a Università straniere o italiane non afferenti al dottorato.

Strutture operative e scientifiche

Attrezzature e/o Laboratori
I dottorandi hanno a disposizione 2 pc in uso esclusivo e, in condivisione con Docenti e Ricercatori del Dip.to, 20 computer fissi connessi al server del Dip.to che permette l'utilizzo di 5 fotocopiatrici e scanner di grandi dimensioni. E' garantito l'accesso a internet e al wifi per consentire ricerche on-line.
Patrimonio librario
Il patrimonio librario del Dipartimento di Diritto privato e Storia del diritto (costantemente aggiornato) è adeguato all'attività di ricerca dei dottorandi, nei settori scientifici oggetto del Corso. Il patrimonio librario di Ateneo dell'Area 12 è costituito da 379.088 monografie.
abbonamenti a riviste (numero, annate possedute, copertura della tematiche del corso) Gli abbonamenti a riviste cartacee sottoscritti dal Dip.to di Diritto privato e Storia del diritto risultano molto numerosi. Gli abbonamenti in corso, quindi in continuo aggiornamento, sono 249 mentre i periodici cartacei chiusi sono 685 per un totale di 30.103 fascicoli. Si precisa che i dottorandi possono liberamente accedere all'intero patrimonio librario dell'Ateneo nell'area 12 (costituito da 1205 abbonamenti a periodici in corso; 5301 periodici cartacei chiusi).
E-resources Banche dati (accesso al contenuto di insiemi di riviste e/o collane editoriali) I periodici elettronici full text disponibili in banche dati d'Ateneo, per l'Area 12, sono circa 19.000 fra riviste e altri strumenti. La piattaforma utilizzata principalmente è LexisNexis. L'altra piattaforma Westlaw International consente, invece, l'accesso a 28.000 riviste. Le banche dati specifiche sono 50 e nell'intero complesso dell'Ateneo permettono l'accesso a 338.000 ebook di tutte le aree disciplinari. La gestione di queste piattaforme avviene centralmente.
Software specificatamente attinenti ai settori di ricerca previsti
I dottorandi hanno a disposizione adeguate strumentazioni elettroniche collegate ai server d'Ateneo che facilitano la loro ricerca scientifica.
Spazi e risorse per i dottorandi e per il calcolo elettronico
Il Dipartimento di Diritto privato e Storia del diritto ha riservato ai dottorandi un locale (munito di varie scrivanie e computer). E', inoltre, garantito agli stessi l'uso delle attrezzature informatiche a disposizione di tutto il personale incardinato nel Dip.to.

Attività formativa

Attività formativa obbligatoria

In base al contenuto dell’art. 21, comma 7 del nuovo Regolamento in materia di dottorato:
“[…] Ogni dottorando deve acquisire, nell’arco dell’intero ciclo di dottorato, non meno di 12 crediti in corsi specialistici; ogni insegnamento a carattere specialistico incluso nel catalogo d’Ateneo può essere attivato solo se scelto da almeno 3 dottorandi. Ogni dottorando ha comunque la facoltà di conseguire un numero maggiore di crediti da dedicare ad attività formative di particolare specializzazione correlate al rispettivo programma di ricerca.”

Il Corso di dottorato, garantisce l’erogazione di 20 CFU annui (4 per ogni corso specialistico/curriculum)

I dottorandi, iscritti al 34° ciclo, dovranno maturare, in base al contenuto dell’art. 21 comma 7 del Regolamento, un minimo di 12 CFU (almeno 3 corsi specialistici)

Il Collegio dei Docenti del Corso di dottorato ha deliberato che l’acquisizione dei 12 CFU dovrà essere maturata durante il primo anno di corso del dottorando.
Il dottorando, in questo modo, durante il secondo e il terzo anno, potrà dedicarsi alla ricerca per la stesura della tesi di dottorato, frequentare Convegni, Congressi, Seminari, maturare i 18 CFU per la frequenza delle iniziative previste dall’art. 21 comma 6 del Regolamento e di trascorrere eventuali periodi di ricerca all’estero.



Programma corsi del dottorato in diritto comparato, privato, processuale civile e dell'impresa - 2019

La tutela della dignità del lavoratore fra trasformazioni organizzative e esigenze del mercato
Reponsabile: Prof.ssa Maria Teresa Carinci
Calendario corso
Seminari

New Trends in European Private Law
Responsabile: prof.ssa Rossella Cerchia
Calendario corso

Oggetto del giudizio e del giudicato nel processo civile
Responsabile: Prof.ssa Elena Merlin
Calendario del corso

Nullità e annullabilità nel diritto dei contratti e nel diritto societario
Responsabile Prof. Roberto Sacchi
Calendario del corso

La responsabilità nel diritto privato
Responsabile Prof. Gianroberto Villa
Calendario del corso


Competenze trasversali

Competenze trasversali

n conformità a quanto previsto dall’art. 21 del Regolamento d’Ateneo in materia di dottorato di ricerca, sono stati avviati i corsi diretti a fornire le cosiddette “Competenze trasversali”, ovvero conoscenze di natura interdisciplinare, di perfezionamento linguistico e informatico e di capacità comunicative. In particolare i corsi sono diretti a fornire conoscenze sui sistemi di ricerca europei e internazionali e far acquisire competenze nel campo della progettazione e gestione delle attività di ricerca, della valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale; affrontare il tema delle implicazioni etiche della ricerca anche nel quadro della disciplina giuridica nazionale, comunitaria e internazionale; offrire ai dottorandi strumenti per delineare la propria identità professionale e i propri percorsi di carriera.

I corsi, la cui frequenza è obbligatoria, sono rivolti ai dottorandi del 32° e del 33° ciclo di dottorato di tutte le aree disciplinari.

Avvisi

2019 edition of the Summer school on international labour and business law

The topic of this edition will be:
The ILO centenary : effectivity and perspectives of International Labour and Business Regulation.

Deadline: May 20th, 2019.

Call 2019


TranSkills. Competenze strategiche per i giovani ricercatori

l’Università Cattolica sta organizzando la Summer School “TranSkills. Competenze strategiche per i giovani ricercatori” che si svolgerà dal 11 al 14 giugno 2019 a Villa Vigoni nell’incantevole cornice del lago di Como (www.villavigoni.it).
Nella passata edizione il corso ha visto la partecipazione di giovani ricercatori provenienti da 10 diversi atenei ed appartenenti a diverse discipline.
La Summer School è pensata per offrire ai dottorandi e ai giovani ricercatori (neo-dottori, assegnisti, cultori della materia), di qualsiasi ambito disciplinare, le competenze necessarie allo sviluppo delle proprie attività di ricerca (generazione delle idee, progettazione multidisciplinare, comunicazione, personal branding, ecc.). Inoltre, l’iniziativa è stata realizzata con l’intento di creare solidi network tra dottorandi, docenti e giovani ricercatori afferenti a diversi settori scientifici delle Università italiane.
Le applications dovranno pervenire via email al mio indirizzo julieth.valderrama@unicatt.it unitamente ad una lettera di motivazione e al CV entro il 31 maggio 2019.

https://progetti.unicatt.it/progetti-ateneo-durante-il-percorso-di-dottorato-summer-school-transkills-competenze-strategiche-per-i-giovani#content



III seminario per dottorandi dell'area giuridica organizzato dell'Università di Zaragoza

La commissione accademica del programma di dottorato di area giuridica ha organizzato il 7 giugno 2019, presso la facoltà di diritto dell'Università di Zaragoza il 3° seminario per dottorandi di giurisprudenza. E' un'opportunità di condivisione dell'attività scientifica svolta e per entrare inn contatto con dottorandi di altre università.

Per registrarsi: https://eventos.unizar.es/go/iii-jornada-derecho
Locandina


WEIMAR MOMENTS: CONSTITUTIONALISING MASS DEMOCRACY IN GERMANY, ITALY, SPAIN, AND BEYOND

CALL FOR PAPERS FOR A WORKSHOP IN MADRID, 13-15 NOVEMBER 2019
A CO-OPERATION BETWEEN GOETHE UNIVERSITY FRANKFURT, UNIVERSIDAD AUTÓNOMA DE MADRID, UNIVERSIDAD DE VALENCIA, UNIVERSITÀ DI
FERRARA, AND THE MAX PLANCK INSTITUTE FOR EUROPEAN LEGAL HISTORY.

Locandina


Itinerari della ricerca giuslavoristica Colloqui fiorentini fra ricercatori e studenti

Si segnala la quarta edizione del ciclo di seminari Itinerari della ricerca giuslavoristica. Colloqui fiorentini fra ricercatori e studenti, che si terranno a Firenze nei mesi di aprile e maggio, in continuità rispetto ai Colloqui triestini organizzati dalla dott.ssa Maria Dolores Ferrara presso l’Università di Trieste.

Locandina

Progetto Urban islands. Spaces for the Students

Urban Islands. Spaces for the Students è il progetto di ateneo che, nel Cortile della Ghiacciaia, raccoglie per la prima volta un allestimento della Statale durante le settimane di INTERNI - Human Spaces 2019 (8-19 Aprile). L'allestimento comprende - oltre ad alcune istallazioni luminose - sei pannelli che raccolgono, in mappe affettive, le diverse sedi della statale e prevede una proiezione in videomapping di contenuti appositamente montati e ricavati dai contributi che arriveranno da chi abita quotidianamente la Statale.

All'interno di questa cornice, è indetta una Call to Action aperta a studenti, dottorandi, assegnisti e giovani collaboratori che a vario titolo frequentano la Statale. I partecipanti sono invitati a raccontare e reinterpretare gli spazi che vivono e frequentano per studio, ricerca, svago, riposo e socializzazione. Si può partecipare alla call con qualsiasi strumento e tecnica (testi scritti, dipinti, fotografie, video ...). I materiali inviati attraverso la call popoleranno i pannelli delle mappe affettive e saranno i contenuti di una proiezione costantemente implementata che coprirà i giorni dell'esposizione. La partecipazione è gratuita e aperta fino al 15 Aprile, anche se è indispensabile - se si vuole che il proprio contenuto diventi visibile - inviarlo il prima possibile, già da ora.

Per informazioni sui bandi e sull'iniziativa, è stata aperta una casella mail dedicata: urbanislands19@unimi.it

Bando

Seminari: Strumenti per la ricerca giuridica

Si segnalano due incontri organizzati dalla prof.ssa Rossella Cerchia (Curriculum di Diritto Comparato) che si Terranno il 19 e il 21 febbraio 2019 in via Festa del Perdono. Fli incontri sono aperti anche ai dottorandi iscritti ad altri Curricula o afferenti ad altri Corsi di dottorato dell'area giuridi[ca. Si allegano le locandine con i dettagli.
"Strumenti per la ricerca giuridica, Parte prima"
"Strumenti per la ricerca giuridica, Parte seconda"

Prospettive e innovazioni del nuovo Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza CCI

13 marzo 2019 presso l'Università degli studi Milano Bicocca - Piazza dell’Ateneo Nuovo, 1
Milano, Aula Magna, Edificio U6

Locandina

NEW DEADLINE LERU - Law PhD Exchange

New deadline for the application: 21th January 2019

2019 LERU law PhD Exchange

Dear PhD students

A number of law faculties within LERU (http://www.leru.org) want to increase the international mobility between their junior researchers. To do so, an exchange scheme aimed specifically at PhD candidates has been set up.

The aim of this scheme is simple:

During research stays of up to eight weeks in the calendar year 2019, PhD students from one LERU partner can be admitted to a research unit of another partner. The university of the outgoing doctoral student or the doctoral student covers the costs of the stay, including housing, travel expenses and livelihood. The host LERU institution facilitates the student's academic integration into the research unit, offers assistance in finding affordable university housing and provides a work space for the student where possible. During the academic year restrictions might be placed on the periods in which an institution is willing to host an incoming student.

How to participate in the exchange scheme:
• Interested researchers are required to fill in the application form (https://www.law.kuleuven.be/apps/LERU/public) -> Deadline 11/01/2019

• After the approval of the home university, the list of potential exchange researchers will be submitted to the host institution for their consideration (in the second half of January).

• KU Leuven, which coordinates the scheme, will inform the PhD candidates and the different participating institutions of the decisions taken by the host institutions.

We wish the participants an educational stay.
Bernard Tilleman, dean of the Faculty of Law KU Leuven (bernard.tilleman@kuleuven.be)

Kath Leenknecht, coordinator of the LERU Law exchange at KU Leuven (leru.exchange@kuleuven.be

Informazioni utili

Periodi all'estero e maggiorazione della borsa

Trovate tutte le informazioni alla seguente pagina: http://www.unimi.it/ricerca/dottorati/28359.htm

Procedura per l'utilizzo del fondo per attività di ricerca

Fondo per attività di ricerca

Per i dottorandi del primo anno è a disposizione, su delibera del Collegio docenti, un budget di 500 euro per dottorando.
Per i dottorandi del 2° e 3° anno :
art. 20 comma 6 del Regolamento d'Ateneo in materia di dottorato di ricerca


«6. A decorrere dal secondo anno, a ciascun dottorando è assicurato, in aggiunta alla borsa, un budget a copertura dei costi correlati all’espletamento dell’attività di ricerca in Italia e all’estero, di importo non inferiore al dieci per cento del valore della quota base della borsa. Ai dottorandi che usufruiscono di borse messe a disposizione da università ed enti di ricerca che concorrono al corso di dottorato ovvero da enti esterni, il budget è assicurato dagli stessi finanziatori delle borse. Gli oneri relativi al budget da assicurare a ciascun dottorando privo di borsa gravano sui fondi di ricerca di pertinenza dei componenti del Collegio dei docenti.
Qualora il dottorando decada ovvero rinunci alla borsa, il budget finanziato su fondi di bilancio, non utilizzato, rientra nella disponibilità dell’Ateneo, per gli stessi fini.»

In base alla delibera del Corso di dottorato del 1° aprile 2015, USM prot. 0009253 del 09/04/2015:

il dottorando per poter ottenere l’erogazione della somma dovrà seguire questa procedura:
1. ottenere l’autorizzazione scritta dal suo Tutor (lettera sottoscritta dal Docente) che dovrà essere trasmessa al Coordinatore; - Modulo
2. ottenere, quindi, l’autorizzazione scritta del Coordinatore che comunicherà l’erogazione in sede di Collegio dei Docenti del Corso per la ratifica; Modulo
3. consegnare alla Segreteria del Corso di dottorato le due lettere di autorizzazione;
4. rivolgersi al Segretario amministrativo del Dipartimento di afferenza del Coordinatore per lo svolgimento delle pratiche amministrative.

Una volta ottenute le autorizzazioni il dottorando potrà utilizzare parte o tutta la somma per la ricerca (partecipazione a convegni a pagamento, periodi all’estero, pagamento di corsi di aggiornamento).
E' escluso che con tali fondi possa essere sostenuto il costo per la frequenza di corsi di lingue.

Si invitano tutti i dottorandi interessati a seguire scrupolosamente la procedura, ad attivarsi per l'ottenimento delle dette autorizzazioni con un congruo anticipo e, nel caso di soggiorni all'estero, almeno un mese prima della data di partenza.

Dottorande e maternità

Il Consiglio di amministrazione del nostro Ateneo ha deliberato in materia di maternità durante il periodo di dottorato.

Le dottorande in maternità sono obbligate - a norma di legge - a sospendere ogni attività per 5 mesi.

Durante il periodo di sospensione è garantito un sostegno INPS che si aggira attorno al 75% del valore della borsa.
Il Consiglio ha ritenuto di elargire alle dottorande in maternità un contributo, per i 5 mesi di sospensione delle attività, pari a circa il 25% della borsa, in modo da garantire un’entrata economica dell’ordine della borsa di dottorato anche nel periodo di sospensione.

Si sollecitano, quindi, le dottorande in questa situazione a informare l’Ateneo della gravidanza per tempo.
La mancata interruzione delle attività lavorative, dottorato compreso, è penalmente perseguibile.


Alla seguente pagina è disponibile la modulistica necessaria per la comunicazione della sospensione:
http://www.unimi.it/ricerca/dottorati/3050.htm

Comunicazione importante: Servizio di notifica via mail

Comunicazione importante: Servizio di notifica via mail
Le attività formative del Corso di dottorato in «Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa – Comparative, Private and Civil procedural Law» vengono pubblicizzate tramite questo sito, nelle pagine dedicate a ciascun curriculum.

Per essere aggiornati in tempo reale sulle attività proposte, gli studenti sono caldamente invitati ad attivare il servizio di notifica via mail.

La funzionalità è disponibile in tutti gli ambienti inclusi all’interno del sito, ma è il singolo utente a scegliere gli ambienti da attivare.
Ad esempio, si può scegliere di attivare la notifica via mail solo per lo strumento “Avvisi” per essere informati sulla pubblicazione degli avvisi, oppure si può decidere di attivare la notifica sia per gli “Avvisi” sia per l’ambiente, per es., “Diritto privato” ed essere così informati sulla pubblicazione non solo di un nuovo avviso, ma anche della pubblicazione in una pagina di un nuovi documenti.
Le combinazioni possibili sono molte e rispondono alle esigenze di ciascuno.

Il comando con cui attivare la notifica è
“Segnala nuovi contenuti”
ed è visualizzato all’interno di ciascun ambiente, nella barra dei comandi orizzontale, sulla destra, sopra i messaggi.
Tutte le volte che viene inserito un nuovo messaggio o viene modificato un messaggio esistente all’interno di una ambiente per cui si è attivata la notifica, l’utente riceve una mail di comunicazione all’indirizzo mail istituzionale (nome.cognome@unimi.it).


Di seguito un fac-simile del testo:


Attività recente nello strumento ... del sito didattico ... negli ultimi 35 minuti.
Tipo Data Autore Titolo oggetto Titolo ambiente Link Nuovo argomento

Hai rivevuto questa notifica perchè hai abilitato la funzione di notifica dei contenuti nel sito Guida Ariel2.
Se non sei più interessato a ricevere la notifica entra nel sito e disattiva la funzione nell'ambiente in questione.
Per eventuali segnalazioni scrivi a help@ctu.unimi.it
Grazie
Questo messaggio è generato automaticamente: non rispondere!
Eventuali repliche a questo messaggio non sono monitorate e non avranno risposta.



In qualsiasi momento un utente può scegliere di disattivare la notifica per uno specifico ambiente. Per fare questo dovrà accedere nuovamente a quell’ambiente e scegliere il comando
“notifica email abilitata”.

Segreteria

Segreteria Amministrativa
Ufficio Segreteria Dottorati, Master e Studenti Internazionali

Sportello

Sede: via S. Sofia 9/1 - 20122 Milano fax: 02503.13731
martedì e giovedì 13.00 - 15.00
Su appuntamento

Assistenza online: Infostudenti


Assistenza telefonica: da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle 17 chiamando il numero 199 188 128. Il costo della chiamata da telefono fisso è pari a quello di una telefonata urbana, da telefono mobile dipende dal gestore di telefonia. Per le chiamate dall'estero: 0039 056676357 (il costo dipende dal tuo gestore di telefonia).


http://www.unimi.it/ricerca/dottorati/114103.htm


Segreteria Didattica e Organizzativa

D.ssa Francesca Papparotto
tel. 0250312470
Per informazioni e-mail: dottorato.dcppci@unimi.it


Coordinatore

Prof.ssa Maria Teresa Carinci
Dipartimento di Diritto privato e Storia del diritto
via Festa del Perdono 7, 20122 Milano
Per visualizzare l’orario di ricevimento della Referente si consiglia di seguire questo percorso:
- www.unimi.it
- Chi e dove
- Effettuare la ricerca del nominativo mediante l’utilizzo della maschera di ricerca
- Visualizzare la posizione del Docente e consultare il ricevimento.
Si prega di verificare sempre nell’area Avvisi didattica e ricevimento del sito http://www.dpsd.unimi.it/ecm/home se sono presenti comunicazioni di modifica del ricevimento.
E’ consigliabile fissare un appuntamento scrivendo all’indirizzo e-mail istituzionale mariateresa.carinci@unimi.it

Offerta abitativa a uso foresteria del Campus Martinitt

Sette camere singole, diciassette camere doppie, un mini alloggio da tre posti, tre mini alloggi da due posti - per un totale di cinquanta posti letto - e una serie di servizi che comprendono portineria e sorveglianza, pulizia settimanale, collegamento gratuito a Internet, riscaldamento, luce, acqua e un locale lavanderia e stireria.

È l’offerta abitativa a uso foresteria del Campus Martinitt di via Pitteri a Milano destinata agli studenti di laurea triennale e specialistica, dottorato e master dell’Università di Milano.

Tre i requisiti richiesti ai candidati:
1. un ISEE/ISEEU - Indicatore della Situazione Economica Equivalente - non superiore a 44 mila euro relativo alla famiglia
2. residenza in un Comune diverso da quello delle sedi dei corsi universitari
3. distanza tra il Comune o la frazione di residenza e le sedi dei corsi non inferiore a 30 km.

Per informazioni consultare la seguente pagina:
http://www.unimi.it/studenti/48038.htm

Modulistica

Si possono scaricare appositi moduli accedendo all'indirizzo

http://www.unimi.it/ricerca/dottorati/3050.htm

Welcome desk

Studenti, dottorandi e specializzandi internazionali che vogliono iscriversi al nostro Ateneo possono rivolgersi al Welcome Desk delle Segreterie Studenti, dove troveranno assistenza anche per le procedure legate ai permessi e ai documenti necessari al soggiorno in Italia.

Welcome Desk
via Santa Sofia 9/1
email:
international.students@unimi.it

apertura al pubblico dal 1 Ottobre
lunedì – mercoledì- venerdì: dalle 9 alle 12
martedì – giovedì: dalle 13 alle 15

Scarica la guida in Italiano
Scarica la guida in Inglese


Collegio docenti

Cortile Farmacia via Festa del Perdono

La riorganizzazione del Corso in Scienze giuridiche è stata deliberata durante due riunioni del Consiglio direttivo tenutesi in data 28 novembre 2014 e 1° aprile 2015.
A seguito di queste determinazioni sono state assunte le conseguenti delibere del Senato accademico e del Consiglio di amministrazione.
Da quest’ultima delibera ha avuto avvio la procedura per l’ottenimento dell’accreditamento presso il Ministero su conforme parere dell’ANVUR, del Corso di «Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa – Comparative, Private and Civil procedural Law».

Il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca ha concesso l’accreditamento, a decorrere dall’a.a. 2015/2016 con decreto prot. n. 0000667 del 07/09/2015.

In allegato:
- elenco completo dei componenti il Collegio dei Docenti del 31° ciclo;
- elenco completo dei componenti il Collegio dei Docenti del 32° ciclo;
- elenco completo dei componenti il Collegio dei Docenti del 33°ciclo.
- elenco completo dei componenti il Collegio dei Docenti del 34°ciclo
- elenco completo dei componenti il Collegio dei Docenti del 35°ciclo


Per visualizzare il curriculum personale, scientifico e professionale di ogni singolo Docente si consiglia di seguire questo percorso per i Docenti afferenti all’Università degli Studi di Milano:
- www.unimi.it
- Chi e dove
- Effettuare la ricerca del nominativo mediante l’utilizzo della maschera di ricerca
- Visualizzare la posizione del Docente e il curriculum presente sul sito dell’Ateneo.

Per i Docenti di altri Atenei si consiglia di consultare le pagine del sito web dell’Ateneo di appartenenza.

La Giunta del Corso di dottorato risulta così composta:
  • Rossella Cerchia (curriculum Diritto comparato);
  • Maria Teresa Carinci (curriculum di Diritto del lavoro);
  • Stefano Villata(curriculum Diritto processuale civile);
  • Roberto Sacchi (curriculum di Diritto commerciale e industriale);
  • Chiara Tenella Sillani (curriculum Diritto privato).

Rappresentanti dei Dottorandi:
- ciclo XXXII Blanca I. M. Saavedra Servida - blanca.saavedra@unimi.it - in carica per il triennio 01/10/2016-30/09/2019.
- ciclo XXXIII Jihane Benarafa- jihane.benarafa@unimi.it e Gaia Morra - gaia.morra@unimi.it in carica fino al 30/9/2020
- ciclo XXXIV Andrea Vitali - andrea.vitali2@unimi.it e Nicola Sacconi - nicola.sacconi@unimi.it in carica fino al 30/09/2021;

Per informazioni: Segreteria Didattica e Organizzativa
dottorato.dcppci@unimi.it

Bando 2018/2019

Esiti concorso di ammissione al Dottorato di Ricerca in Diritto Comparato Privato, Processuale Civile e dell'impresa - XXXIV ciclo

Risultati della valutazione dei titoli e criteri di valutazione relativi al concorso di ammissione al Dottorato di Ricerca in Diritto Comparato Privato, Processuale Civile e dell'impresa - XXXIV Ciclo.

Criteri di valutazione concorso di ammissione dottorato in Diritto Comparato Privato Processuale Civile e dell'impresa
Esito valutazione titoli e calendario delle prove orali

BANDO DI CONCORSO XXXIV CICLO

Alla pagina web http://www.unimi.it/ricerca/dottorati/111212.htm è stato pubblicato il nuovo Bando di concorso pubblico per l’ammissione ai corsi di dottorato dell’Università degli Studi di Milano a.a. 2018/2019.

Al seguente link http://www.unimi.it/ricerca/dottorati/111222.htm?dott=R42of1&anno=2019 potrete trovare le linee di ricerca per il Corso di dottorato in “Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa – Comparative, Private and Civil procedural Law” XXXIV ciclo.

La normativa di riferimento è recuperabile al seguente indirizzo web: http://www.unimi.it/cataloghi/divsi/Regolamento_dottorati_emendato_18-07-2017.pdf

Le domande di ammissione devono essere presentate improrogabilmente entro le ore 14.00 del 14 Giugno 2018.

Per qualsiasi comunicazione ufficiale dell’Ateneo e per informazioni siete pregati di controllare sempre la sezione del sito web d’Ateneo dedicata ai Dottorati: http://www.unimi.it/ricerca/dottorati/1280.htm

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

PRECISAZIONE SULLE LETTERE DI PRESENTAZIONE

Per quanto concerne il corso di dottorato in Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa – Comparative, Private and Civil procedural Law, il Collegio dei Docenti ha deciso di NON richiedere lettere di presentazione. È comunque facoltà del candidato corredare la sua domanda con lettere di referenza che, ove presentate, vanno redatte e presentate secondo le modalità specifiche indicate nel bando (art. 3 del Bando).

Ad esse, tuttavia, non verrà assegnato alcun punteggio.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

CALENDARIO

Fasi di selezione al corso di dottorato

Esito della valutazione del curriculum e del progetto di ricerca

Consultabile dal 18 luglio 2018 sul sito Internet all’indirizzo
https://dcppciphd.ariel.ctu.unimi.it/v5/home/PreviewArea.aspx
e all’indirizzo http://www.dpsd.unimi.it/ecm/home

Diario delle prove
Colloquio: a partire dal 5 settembre 2018 alle ore 09.00 presso l’Università degli Studi di Milano (Aula M202) - via S. Sofia n.9/1 - 20122 Milano.
Il colloquio sarà sostenuto in italiano o in inglese a scelta del candidato.

Sul sito Internet all’indirizzo http://dcppciphd.ariel.ctu.unimi.it e all’indirizzo http://www.dpsd.unimi.it/ecm/home sarà pubblicato l’apposito calendario che indica per ciascun candidato la data, l’orario e il luogo di svolgimento del colloquio, nonché il titolo del progetto presentato.

I dottorandi


Dottorandi del 34° Ciclo
Adobati Erica - Curriculum di Diritto Processuale Civile
Bergamini Maria Cecilia - Curriculum di Diritto Processuale Civile
Canale Cecilia - Curriculum di diritto Commerciale e industriale - CVitae
Cassano Giulia - Curriculum di diritto del lavoro - CVitae
Covino Stefano - Curriculum di diritto Commerciale e industriale - CVitae
Piccolo Katherine - Curriculum di diritto comparato - CVitae ITA - CVitae ENG
Sacconi Nicola - Curriculum di Diritto Civile
Vitali Andrea - Curriculum di Diritto Civile - CVitae

Dottorandi del 33° Ciclo
Benarafa Jihane - Curriculum di Diritto Comparato
Cadorin Federica - Curriculum di Diritto Commerciale e industriale
Caloni Andrea - Curriculum di Diritto Civile - CVitae
Casi Michele - Curriculum di Diritto Processuale Civile - CVitae
Fazzini Pietro - Curriculum di Diritto Commerciale e industriale - CVitae
Giuliani Samuele - Curriculum di Diritto Civile - CVitae
Morra Gaia - Curriculum di Diritto del Lavoro - Cvitae
Sganga Antonietta - Curriculum di Diritto Commerciale e industriale - CVitae
Turrini Maryam - Curriculum di Diritto Processuale Civile

Dottorandi del 32° Ciclo
Carletti Federico - Curriculum di Diritto Processuale Civile CVitae
Curti Adriano - Curriculum di Diritto Comparato - CVitae ENG
De Giorgis Francesca- Curriculum di Diritto Processuale Civile - Cvitae
Marchi Giulia - Curriculum di Diritto del Lavoro - Cvitae
Moresco Matteo Giovanni Maria - Curriculum di Diritto Civile - Cvitae
Piazza Paola - Curriculum di Diritto Commerciale e industriale - CVitae
Prataviera Stefano Walter - Curriculum di Diritto Commerciale e industriale - Cvitae
Saavedra Servida Blanca Ignacia Maria - Curriculum di Diritto Civile Cvitae
Santoni Armando - Curriculum di Diritto Commerciale e industriale -CVitae

Seminario Internazionale High tech - 8 novembre 2019